Matura 2015: Język WŁOSKI poziom rozszerzony dla LO [ODPOWIEDZI, ARKUSZE CKE]

KAEF, AB, KS
Matura 2015: Język WŁOSKI poziom rozszerzony dla LO [ODPOWIEDZI, ARKUSZE CKE] Waldemar Wylegalski
Matura 2015: Język WŁOSKI poziom rozszerzony dla LO [ODPOWIEDZI, ARKUSZE CKE] - to wszystko znajdziecie dzisiaj na naszej stronie. Teraz już dajemy Wam arkusze CKE i TRANSKRYPCJĘ NAGRAŃ. Kiedy nasi eksperci przygotują ODPOWIEDZI, dołączymy je do tego materiału. Z nami sprawdzicie, jak poszła Wam matura 2015 z języka włoskiego rozszerzona dla LO.

***

Matura 2015: Język WŁOSKI poziom rozszerzony dla LO - ODPOWIEDZI
Już teraz możecie jeszcze raz obejrzeć arkusze CKE z języka włoskiego. Nasi eksperci pracują nad odpowiedziami dla Was. Kiedy tylko będą gotowe, zamieścimy je w tym miejscu. Z nami sprawdzicie, jak poszła Wam matura 2015 z języka włoskiego rozszerzona dla LO. Mamy nadzieję, że doskonale!

Transkrypcja do zadania 1.
Tekst 1.

Cosa ti ha spinto ad intraprendere questa carriera?
La possibilità di stare nel mondo dell’hockey visto che, si può dire, la mia carriera come giocatrice è finita ancor prima di iniziare. All’epoca, cioè quando avevo 15 anni, non c’era una squadra femminile a Trieste e non si trovava un allenatore che volesse formarne una.
E quando è iniziata la tua carriera?
È iniziata molti anni fa. Sono ormai 18 anni che passo i miei week-end sui campi a dirigere le partite con il fischietto sempre in bocca, perciò quest’anno, posso dire, festeggio la mia maturità professionale. Controllare che tutto sia in accordo con le regole del gioco è un compito di responsabilità.
adattato da http://www.federhockey.it

Tekst 2.
Soledad: in Italia questo nome può essere poco conosciuto, ma basta cercare “Soledad” su Google per vedere che il primo nome riportato è il suo, Soledad Villamil. In Italia tutti la conoscono come protagonista del thriller argentino “Il segreto dei suoi occhi”, in cui recita il ruolo di cancelliere. E così vince nel 2010 il Premio Goya come Migliore Attrice Rivelazione. Ma oltre ad essere una bravissima attrice di teatro, cinema, televisione, Soledad è anche una straordinaria cantante di tango. Lo dimostrano i numerosi premi che ha vinto in appena quattro anni di carriera solista. Ieri ha tenuto il suo primo concerto a Roma e ha incantato il pubblico grazie alla sua voce profonda ed espressiva, e all’intensità delle sue interpretazioni nel repertorio di tango argentino.
adattato da http://www.tangoin.it

Tekst 3.
Come cambiano le nostre abitudini alimentari? In passato non mancava mai la farina in casa. Serviva a preparare i biscotti o la pasta. Dagli anni ‘60, però, la farina sembrava essere quasi scomparsa da molte cucine. Alcuni potrebbero pensare che in quegli anni mangiare pane o pasta fosse un’abitudine ormai superata, invece la ragione era più semplice: sul mercato erano apparsi vari tipi di pasta preparati dalle industrie e tantissime confezioni di biscotti colorate. Oggi però, in tempi di crisi, si ritorna a comprare meno cibi pronti e si prepara tutto in casa. Un’indagine sull’attuale crisi conferma inoltre che gli italiani vanno sempre meno a mangiare fuori. In confronto alle altre attività commerciali le panetterie per fortuna continuano a prosperare.
adattato da larepubblica.it

Zadanie 1.
Usłyszysz dwukrotnie trzy teksty. Z podanych odpowiedzi wybierz właściwą, zgodną z treścią nagrania. Zakreśl literę A, B albo C.

1.1. Il giornalista parla con
A. una giocatrice di hockey.
B. una giornalista sportiva.
C. una donna arbitro.

1.2. L’autore del testo vuole
A. invitare al concerto di una cantante.
B. commentare un film su una cantante.
C. rendere noti i successi di una cantante.

1.3. Quale delle affermazioni è presentata nel testo come fatto, e non come opinione soggettiva?
A. Gli italiani scelgono di mangiare sempre più spesso a casa.
B. Dagli anni ’60 nelle case italiane è diminuito il consumo della pasta.
C. A causa della crisi economica la situazione delle panetterie è in pericolo.

ODPOWIEDŹ:
1.1C
1.2C
1.3A

Transkrypcja do zadania 2.
Wypowiedź 1.
La mostra cinematografica di Venezia compie ottant’anni. Si celebra l’importante momento con una retrospettiva che comprende una scelta di dieci film presentati nel corso delle mostre precedenti. I film provengono dalle Collezioni dell’Archivio Storico della Biennale, sono stati selezionati in base al criterio della rarità, e preparati attraverso il restauro di alcune scene. I film depositati presso l’Archivio Storico, in molti casi copie uniche di opere perdute, rappresentano un patrimonio prezioso e di notevole importanza documentale. I film sono selezionati attraverso un lavoro di ricerca, verifica dei materiali e realizzazione del restauro. Hanno un contenuto storico-psicologico e sono uno specchio del nostro recente passato.
adattato da www.dazebaonews.it
Wypowiedź 2.
Il film “Ladri di biciclette”, girato nel 1948 con la regia di Vittorio De Sica, è considerato dalla critica una delle migliori espressioni del neorealismo cinematografico italiano. La sua proiezione è in programma domani, martedì 2 agosto alle ore 21 al Cinema Teatro Amiata, nell’ambito della retrospettiva “Cinema e Musica”, dedicata alla figura del regista. Tra gli invitati illustri troviamo anche uno dei registi americani più conosciuti: Woody Allen, in queste settimane a Roma per girare un suo film. In una recente intervista ha espresso il desiderio di vedere la versione rinnovata del film “Ladri di biciclette”, opera che lo ha ispirato e lo ha spinto a scegliere il mondo del cinema.
adattato da www.comune.abbadia.siena.it
Wypowiedź 3.
Cinema di qualità a basso costo martedì 20 novembre al multisala Cinergia. L’iniziativa “I martedì al cinema” è organizzata dalla Regione Veneto e ti assicura cinema di qualità a soli due euro. Prevede una serie di proiezioni di pellicole alternative a quello che di solito ci viene proposto. Saranno infatti presentate le ultime produzioni indipendenti, film di grande qualità artistica, ma distribuiti con difficoltà. Sono pochi quelli che hanno la possibilità di ammirare queste opere. Il costo del biglietto è contenuto per promuovere il cinema d’autore.
adattato da www.rovigooggi.it
Wypowiedź 4.
Alcune persone si fanno sempre convincere dagli amici e spesso si trovano a vedere film che non rispecchiano le loro preferenze. Invece io preferisco vedere chi sono il regista e gli attori, leggere la trama e sapere se il film è tratto da un libro che ho letto. Insomma mi informo, leggo commenti e recensioni. Sono uno di quelli che preferiscono conoscere più le recensioni del pubblico che quelle della critica. Anzi, quando la critica esprime opinioni negative, succede spesso che si alza il nostro livello di curiosità, e parecchia gente va subito al cinema. Devo anche sapere se il film ha vinto premi significativi, vedo qual è la casa produttrice: principalmente la nazionalità. Insomma, raccolgo informazioni... poi decido. Per i film da vedere al cinema sono molto selettivo.
adattato da www.quag.com

Zadanie 2.
Usłyszysz dwukrotnie cztery wypowiedzi na temat filmów. Do każdej wypowiedzi (2.1.–2.4.) dopasuj odpowiadające jej zdanie (A–E). Wpisz rozwiązania do tabeli. Uwaga: jedno zdanie zostało podane dodatkowo i nie pasuje do żadnej wypowiedzi.

A. La critica ha selezionato i migliori film dell’anno.
B. Vengono presentati film nuovi che sono poco conosciuti.
C. Alcuni guardano un film proprio perché alla critica non piace.
D. Si proietteranno dei film presentati in passato allo stesso festival.
E. Tra gli ospiti sarà presente un personaggio famoso del mondo del cinema.

ODPOWIEDŹ:
2.1 D
2.2 E
2.3 B
2.4 C

Transkrypcja do zadania 3.
Oggi vi presentiamo Ignazio Marino, il sindaco di Roma.
Signor Sindaco, che effetto Le fa essere diventato il primo cittadino di Roma?
Una grande emozione. Io sono arrivato a Roma che ero poco più di un bambino, avevo smesso di portare da poco i calzoni corti, e questa città mi ha subito colpito. I miei genitori sono siciliani, ma quando sono nato la mia famiglia abitava a Genova. Molti anni dopo ho fatto carriera negli Stati Uniti e poi sono stato eletto senatore in Piemonte. Non avrei mai immaginato che un giorno sarei potuto diventare il primo cittadino della nostra capitale. Sono ancora molto emozionato e assumo questo ruolo con umiltà e con responsabilità. Perché mi rendo conto che se questa città vuole ritrovare un senso di comunità, ma anche di grandezza sul piano internazionale, c’è un lavoro intenso da fare.
Com’è stato il suo primo giorno di lavoro?
Già dal primo giorno ho deciso di incontrare un autista di autobus, i responsabili del calcio giovanile, e un ragazzino affetto da una grave forma di epilessia, accompagnato dai genitori. Per questo motivo non ho avuto tempo per conoscere i miei dipendenti. Io voglio essere un sindaco che sta in mezzo alla gente. Un giorno alla settimana, tutte le settimane, voglio trascorrerlo nella città, assieme alle persone, sia per ascoltare che per trovare delle soluzioni che siano vicine alle esigenze dei romani. Sarei un arrogante se immaginassi di avere da solo le soluzioni che servono a una città così complessa.
Uno dei suoi manifesti promette l’impegno del sindaco per il lavoro. Cosa offrirà ai giovani il cosiddetto “pacchetto lavoro”?
Anche di questo ho parlato con i miei collaboratori. Per creare un “pacchetto lavoro” vogliamo utilizzare i fondi europei finora inutilizzati. Offriremo ogni anno a diecimila giovani la possibilità di fare tirocinio con un buono-lavoro di 500 euro al mese, al quale il Comune aggiungerà una tessera di libera circolazione sui mezzi pubblici e una carta di accesso agli eventi culturali. Purtroppo non ci sono ancora fondi sufficienti per garantire lezioni d’inglese specialistico: questa proposta comunque sarà uno dei nostri obiettivi per il prossimo anno.
Cos’ha in mente per quanto riguarda il traffico?
Vorrei rompere con la precedente politica e applicare le soluzioni indicate dai tecnici del Comune negli studi preparatori che in questi anni l’ex sindaco purtroppo non ha considerato. Soprattutto il progetto per velocizzare il trasporto urbano, per esempio
destinando più autobus e più autisti alle linee che vanno dalla periferia verso il centro e viceversa. Ci mancano gli autisti, infatti su 166 tram, ogni mattina 76 rimangono non utilizzati. In questi anni non sono stati assunti abbastanza operai meccanici o abbastanza autisti. È chiaro che bisogna agire, e con rapidità.
La Sua bici ha colpito tutti. Pensa di continuare così o a un certo punto passerà anche Lei all’auto privilegiata?
No, vorrei continuare a muovermi in bici, anche perché a Roma non mancano le strade ciclabili.
I ciclisti applaudono, ma un’associazione di consumatori le ha rimproverato di non aver usato il casco... E Lei, come risponde?
Sì, neanche mia figlia era contenta. E inoltre mi ha detto di non ascoltare le canzoni con le cuffie mentre pedalo. Seguirò quest’ultimo consiglio. Gliel’ho promesso. Sul casco no, non penso che cambierò le mie abitudini.
adattato da roma.repubblica.it

Zadanie 3.
Usłyszysz dwukrotnie wywiad z burmistrzem Rzymu. Z podanych odpowiedzi wybierz właściwą, zgodną z treścią nagrania. Zakreśl literę A, B, C albo D.

3.1. Ignazio Marino è diventato sindaco di Roma anche se
A. non aveva mai vissuto nella capitale italiana.
B. non aveva fatto carriera politica in passato.
C. non ha esperienza di lavoro all’estero.
D. non ha origini romane.

3.2. Il primo giorno di lavoro Marino
A. ha giocato a calcio.
B. ha guidato l’autobus.
C. ha incontrato un bambino malato.
D. ha organizzato un incontro con i suoi impiegati.

3.3. Nel “pacchetto lavoro” manca la possibilità di
A. partecipare a un tirocinio.
B. seguire un corso di lingua straniera.
C. usare gratuitamente i mezzi pubblici.
D. ricevere un supporto finanziario mensile.

3.4. Per quanto riguarda il trasporto pubblico Marino vuole
A. ridurre il numero delle linee nella capitale.
B. analizzare le cause del traffico a Roma.
C. continuare la politica dell’ex sindaco.
D. assumere più lavoratori nel settore.

3.5. Nella risposta all’ultima domanda il sindaco promette di
A. smettere di ascoltare la musica mentre va in bici.
B. promuovere la costruzione di piste ciclabili.
C. rinunciare alla bicicletta.
D. portare il casco in bici.

ODPOWIEDŹ:
3.1 D
3.2 C
3.3 B
3.4 A

Zadanie 4.
Przeczytaj tekst, który został podzielony na trzy części (A–C) oraz zdania ich dotyczące (4.1.–4.4.). Do każdego zdania dopasuj właściwą część tekstu. Wpisz rozwiązania do tabeli.

Uwaga: jedna część tekstu pasuje do dwóch zdań.

4.1. Le imprese traggono vantaggio dalla presenza degli stagisti.
4.2. Per fare uno stage non bisogna fare altri corsi dopo l’università.
4.3. Alcuni incaricano lo stagista solo di lavori semplicissimi.
4.4. In alcune imprese è possibile trovare un lavoro fisso dopo lo stage.

COME SCEGLIERE LO STAGE
A. Lo stage è un’esperienza che serve a dare ai giovani competenze pratiche direttamente nel campo del lavoro. Sul mercato sono presenti molti master che costano tanto, la maggior parte dei quali, al termine del percorso in aula, garantisce un periodo di stage in azienda. Dopo la laurea si pensa di dover intraprendere necessariamente ulteriori percorsi formativi, ma nulla è più falso. Innanzitutto valutate bene se avete davvero bisogno di svolgere uno stage. Se ne avete fatti altri in passato, avete già guadagnato esperienza. B. Fare uno o due tirocini in qualche azienda potrebbe essere interessante e utile per voi, e per il vostro curriculum. Farne più di due, invece, può diventare inutile: rischiate di perdere tempo e soldi poiché molto spesso i tirocini non sono retribuiti. Comunque ricordate: fare uno stage non significa che l’azienda ospitante intenda assumervi dopo il tirocinio. Se ve lo aspettate, chiaritelo prima di iniziare, verificate che l’azienda abbia dei posti vacanti e che lo stagista possa ricevere un lavoro se ha le giuste competenze. Alcune aziende propongono contratti a tempo determinato o indeterminato dopo lo stage. C. Quando si inizia uno stage, spesso ci si sente dire che bisogna essere umili, ma questo non è del tutto vero. Nel breve periodo bisogna rimboccarsi le maniche ed imparare qualcosa da ogni cosa che si fa. L’esperienza dovrà essere arricchente ed aumentare le vostre competenze: non accettate di stare 6 mesi a fare le fotocopie o portare il caffè ai capi! Lo stage vede la presenza di due attori: il giovane e l’azienda. Da un lato il giovane beneficia dell’esperienza aziendale ed impara un mestiere. Dall’altro c’è l’azienda che insegna nuove competenze allo stagista, ma beneficia anche di un lavoratore a bassissimo costo. Uno stage è davvero utile se il beneficio è per entrambi.
adattato da www.studenti.it/

ODPOWIEDŹ:
4.1 C
4.2 A
4.3 C
4.4 D

Zadanie 5.
Przeczytaj tekst, z którego usunięto cztery zdania. Wpisz w luki (5.1.–5.4.) litery, którymi oznaczono brakujące zdania (A–E), tak aby otrzymać logiczny i spójny tekst. Uwaga: jedno zdanie zostało podane dodatkowo i nie pasuje do żadnej luki.

TEMPO LIBERO
Come si passa il tempo libero in questa nostra epoca? Nel corso degli anni, cambiando le abitudini e lo stile di vita, si è modificato certamente anche il modo di trascorrere i momenti di svago. 5.1. _____ Giovani e vecchi li dedicano a hobby, interessi, amici o passioni.

Con questa inchiesta desideriamo cercare di capire com’è cambiato il modo di vivere il tempo libero. Sembra che per tempo libero oggi non si intenda più solo un momento in cui riposarci. Anzi, molte volte il tempo libero richiede impegno e attività fisica o mentale. Gli uomini spesso si occupano del fai da te, le donne di giardinaggio. Altro che riposarsi! Ci sono tanti modi per trascorrere il tempo libero. Andare a cena al ristorante per alcuni è uno dei modi preferiti per passarlo in compagnia della propria famiglia o degli amici. Per altri, al primo posto c’è la palestra o ci sono i centri benessere ed estetici. 5.2. _____ Questa tendenza non è comunque tra loro così diffusa. Molti maschi preferiscono andare al cinema o dedicarsi ad attività culturali come andare a teatro o leggere un libro.
Nell’era tecnologica, anche stare al computer, chattare o frequentare i social network per alcuni sta diventando un modo alternativo per trascorrere il tempo libero. Molti altri invece intendono il tempo libero come un momento di ozio e di dolce far niente. 5.3. _____ Insomma, tanti maschi italiani preferiscono non alzarsi dalla poltrona.

Quali sono le principali attività a cui gli italiani si dedicano nei momenti liberi? La scelta è molto varia e dipende dal sesso oltre che naturalmente dall’età. Ai primi posti per gli uomini ci sono il cinema, la frequentazione di locali e soprattutto gli spettacoli sportivi. 5.4. _____ Il bel sesso preferisce cinema, musei e mostre, teatro e concerti di musica. Come vedete c’è una grande differenza tra uomini e donne. Essa è dovuta soprattutto alla scelta di assistere nel tempo libero a vari eventi culturali.
adattato da www.consumatorenews.com

A. Lo trascorrono, quindi, di fronte alla tv, ascoltando musica o leggendo notizie sportive.
B. In questi posti possono concentrarsi sulla cura del corpo. È interessante notare che ci passano il tempo sempre più uomini.
C. Non ne vale la pena perché i figli trascorrono sempre meno tempo a casa e preferiscono stare fuori in compagnia degli amici.
D. Tra le donne invece ci sono pochissime amanti delle manifestazioni sportive, seguite sia da casa, che all’aria aperta.
E. Anche la quantità di tempo libero che si ha a disposizione è cambiata notevolmente. Oggi tra i tanti impegni quotidiani restano solo pochi minuti liberi.

ODPOWIEDŹ:
5.1 E
5.2 B
5.3 A
5.4 D

Zadanie 6.
Przeczytaj dwa teksty. Z podanych odpowiedzi wybierz właściwą, zgodną z treścią tekstu. Zakreśl literę A, B, C albo D.

Tekst 1.
IL BAMBINO TIRANNO
Il bambino Giorgio, benché giudicato in famiglia un esempio di bellezza fisica, bontà e intelligenza, era temuto. C’erano il padre, la madre, il nonno e la nonna paterni, tutti vivevano sotto l’incubo dei suoi capricci, ma nessuno avrebbe avuto coraggio di confessarlo, anzi era una continua gara a dichiarare che un bambino caro, affettuoso, docile come lui non esisteva al mondo. Ciascuno voleva concorrere in questa adorazione senza limiti. E tremava al pensiero di poter involontariamente provocare il pianto del bambino. Infatti, col pretesto dell’amore per il piccolo, essi si controllavano e si davano la colpa a vicenda della rabbia di Giorgio.
Perché la rabbia di Giorgio era paurosa. Con la furbizia propria di questo tipo di bambini, lui misurava bene l’effetto delle sue vendette. Perciò modificava le sue reazioni nel seguente modo: per le piccole contrarietà si metteva semplicemente a lamentarsi. Nei casi più importanti si offendeva a tal punto che non parlava, non giocava, si rifiutava di mangiare. Nelle circostanze ancor più gravi le tattiche erano due: o simulava di soffrire di misteriosi dolori alle ossa, dolori alla testa e al ventre, oppure, e forse era il peggio, si metteva a urlare: dalla sua gola usciva un grido estremamente acuto che faceva scoppiare la testa. In pratica non era possibile resistere e quindi Giorgio vinceva prestissimo. Non solo riceveva quello che voleva, ma vedeva anche i grandi litigare per un bambino innocente. La soddisfazione era dunque doppia.
Giorgio non aveva mai avuto una sincera passione per i giocattoli. Voleva averne molti e bellissimi solo per vanità. Trovava gusto invece nel portare a casa due o tre amici per stupirli. Da un piccolo armadio, che teneva chiuso a chiave, estraeva i giocattoli uno ad uno. I compagni morivano di invidia. E lui si divertiva ad umiliarli. Diceva: “No, non toccare tu che hai le mani sporche... Ti piace eh? Lascialo, se no, finisci per guastarlo... E tu, dimmi, te ne hanno regalato uno anche a te?”, (ben sapendo che così non era). Da dietro la porta, genitori e nonni lo guardavano con tenerezza e dicevano piano: “Che caro, sentitelo come si stima! Eh, ci tiene all’orsacchiotto che gli ha regalato sua nonna!”. Come se essere geloso dei giocattoli fosse per un bimbo una virtù straordinaria.
adattato da Il bambino tiranno di Dino Buzzati

6.1. I genitori e i nonni di Giorgio
A. erano severi col bambino.
B. avevano paura del bambino.
C. giudicavano cattivo il bambino.
D. incolpavano continuamente il bambino.

6.2. Quando Giorgio voleva ottenere qualcosa
A. fingeva di stare male.
B. litigava con tutta la famiglia.
C. si chiudeva a chiave in camera.
D. piangeva nascosto nell’armadio.

6.3. Quale altro titolo andrebbe bene per il racconto di Buzzati?
A. Un bambino ingenuo.
B. Un bambino diligente.
C. Un bambino impaurito.
D. Un bambino capriccioso.

ODPOWIEDŹ:
6.1 B
6.2 A
6.3 C

Tekst 2.
IL BAMBINO DESPOTA
Le ultime ricerche dimostrano che i genitori dei bambini di oggi sono troppo permissivi oppure assenti e lontani. Fanno fatica a dire di “no” ai loro figli. Spesso sono incapaci di porre limiti e contenere le loro continue richieste. Di fronte ai loro capricci non sanno opporsi e li soddisfano. Presi dal lavoro o dai problemi di coppia, questi genitori temono di causare frustrazioni nei figli e perciò non gli negano nulla. Vogliono essere genitori perfetti e risparmiare ai figli esperienze negative. Così li difendono sempre, criticano gli insegnanti, fanno per loro i compiti e di fronte alle prime difficoltà dei piccoli li consolano e confortano con regali e cibo. Risultato: figli insicuri, impauriti, frustrati, incapaci di sopportare un insuccesso, oppure bambini agitati, adolescenti prepotenti.
Non è infrequente vedere bambini che gridano perché vogliono qualcosa, che battono i piedi per un capriccio, e genitori che invece di frenarli accontentano immediatamente i piccoli despoti. Si comportano così anche per i sensi di colpa che provano per essere poco presenti nella vita dei figli, spesso affidati alla baby-sitter o lasciati a se stessi.
Certo non è facile sopportare l’insoddisfazione dei figli, la loro sofferenza. È difficile dire di no alle loro richieste, soprattutto perché non si sentano diversi dagli altri. In questo modo non si lascia spazio per i desideri, ma solo per i bisogni che continuano a crescere e che vengono soddisfatti ancor prima di essere espressi. Non c’è attesa. Tutto si ottiene subito e senza particolare fatica. È facile allora che un bambino pensi di essere onnipotente e che da adolescente si senta forte e invincibile. Tuttavia raramente si sente soddisfatto, perché non ha potuto sperimentare né la sensazione di sconfitta né quella di riprendersi e riorganizzare le proprie forze. È debole, senza fiducia nelle proprie capacità. Spesso non sa dove andare, che fare. Sembra che non voglia sentirsi dire nulla e invece ha bisogno di qualcuno che lo guidi e lo protegga. Perché i limiti non sono piacevoli. Irritano in quanto appaiono come porte chiuse che imprigionano, che non lasciano libertà. Ma le porte servono: hanno la funzione di proteggere e trasmettere sicurezza. E la grande sfida dei genitori è proprio quella di aiutare i loro figli a sentirsi sicuri, capaci di entrare ed uscire da soli nelle varie situazioni della vita e affrontare le difficoltà con i propri strumenti e con la fiducia in sé stessi.
adattato da www.germogliobz.com

6.4. I bambini di oggi
A. si lasciano dominare dai genitori.
B. temono la rabbia dei genitori.
C. crescono deboli ed arroganti.
D. hanno molti sensi di colpa.

6.5. L’autore dell’articolo
A. incolpa i giovani delle frustrazioni dei loro genitori.
B. critica i genitori che si oppongono ai capricci dei loro figli.
C. sostiene che i genitori dovrebbero dare più libertà ai propri figli.
D. spiega ai genitori la necessità di mettere limiti al proprio bambino.

ODPOWIEDŹ:
6.4 C
6.5 D

Zadanie 7.
Przeczytaj tekst. Z podanych odpowiedzi wybierz właściwą, tak aby otrzymać logiczny i gramatycznie poprawny tekst. Zakreśl literę A, B, C albo D.

DUE MONITOR
Ho conosciuto molte persone che hanno scelto di utilizzare due monitor, e nessuna di loro sarebbe disposta a tornare indietro. Alcuni di voi, 7.1. _____ sono certo, penseranno che sia per lo meno stravagante acquistare due monitor per un unico computer. Però, se è da tempo che non 7.2. _____ un’occhiata ai prezzi dei monitor a schermo piatto, potreste restare piacevolmente sorpresi.
Mia madre non voleva assolutamente che mi 7.3. _____ un secondo monitor. Ho insistito e l’ho convinta. E adesso utilizza anche lei sempre entrambi i monitor, magari per controllare la posta su uno mentre sull’altro visita un sito Web.
La scelta di come utilizzare due monitor dipende principalmente 7.4. _____ voi. Negli uffici Microsoft le persone utilizzano questa “doppia visualizzazione” soprattutto per controllare la loro posta elettronica su un monitor mentre lavorano su documenti o file su un altro.
adattato da http://windows.microsoft.com/it-it/windows7

7.1.
A. ci
B. lo
C. vi
D. ne

7.2.
A. mandate
B. buttate
C. date
D. fate

7.3.
A. comprerò
B. comprassi
C. ho comprato
D. avevo comprato

7.4.
A. a
B. da
C. per
D. con

ODPOWIEDŹ:
7.1 D
7.2 C
7.3 A
7.4 B

Zadanie 8.
Uzupełnij każdą lukę (8.1.–8.4.), przekształcając podany w nawiasie wyraz, tak aby otrzymać logiczny i gramatycznie poprawny tekst. Wymagana jest pełna poprawność ortograficzna wpisywanych wyrazów.

LA DIETA DELLO STUDENTE
Non esiste una dieta personalizzata per lo studente, ma esistono regole alimentari che possono aiutare lo studente ad affrontare il suo carico di lavoro. Delle semplici abitudini alimentari, infatti, aiutano a migliorare la 8.1. (capace) _________________ di apprendimento e anche il controllo emotivo, al fine di ottenere un rendimento ottimale delle sue potenzialità. Prima di tutto è importante consumare almeno tre pasti al giorno (colazione, pranzo e cena), più due spuntini, tutti quanti 8.2. (fondamento) ____________________ per ricaricarsi di energia, in particolare di glucosio, il vero carburante del cervello; in effetti la sua 8.3. (diminuire) ____________________ nel sangue rallenta il livello di attenzione e concentrazione. Una buona regola da seguire è anche quella di non 8.4. (salto) ____________________ mai la prima colazione. Il fisico, infatti, ha necessità di ricaricarsi al meglio per affrontare la giornata.
adattato da www.cioe.it

ODPOWIEDŹ:
8.1 capacità
8.2 fondamentali
8.3 diminuzione
8.4 saltare

Zadanie 9.
Przetłumacz na język włoski podane w nawiasach fragmenty zdań (9.1.–9.4.), tak aby otrzymać logiczne i gramatycznie poprawne zdania. Wymagana jest pełna poprawność ortograficzna wpisywanych fragmentów zdań.

Uwaga: w każdą lukę możesz wpisać maksymalnie 5 wyrazów.

9.1. Una nuova trattoria italiana (została otwarta przez) __________________Marco.
9.2. Disse che non (chciałby przeszkadzać) ________________il direttore.
9.3. In libreria abbiamo trovato (kilka książek o) _______________Garibaldi.
9.4. Spero che Anna questa volta (zdała egzamin) __________________di maturità.

ODPOWIEDŹ:
9.1 è stata aperta da
9.1 avrebbe voluto disturbare
9.2 qualche libro su
9.3 abbia passato l’esame

Zadanie 10.
Wypowiedz się na jeden z poniższych tematów. Wypowiedź powinna zawierać od 200 do 250 słów i spełniać wszystkie wymogi typowe dla formy wskazanej w poleceniu. Zaznacz temat, który wybrałeś(-aś), zakreślając jego numer.

1. Niektórzy rodzice decydują, aby kształcić swoje dzieci w domu, rezygnując z posyłania ich na zajęcia do szkoły. Napisz rozprawkę, w której przedstawisz wady i zalety takiego wyboru.
2. Napisz artykuł do gazetki szkolnej. W artykule opisz akcję charytatywną, która pomogła zintegrować Twoją klasę, i zachęć czytelników do udziału w tego typu przedsięwzięciach w przyszłości.

***

Zobacz również:

Matura 2015: Język WŁOSKI poziom rozszerzony dla LO [ODPOWIEDZI, ARKUSZE CKE]. Jak Wam poszło? Piszcie!

Wideo

Rozpowszechnianie niniejszego artykułu możliwe jest tylko i wyłącznie zgodnie z postanowieniami „Regulaminu korzystania z artykułów prasowych”i po wcześniejszym uiszczeniu należności, zgodnie z cennikiem.

Komentarze 3

Ta strona jest chroniona przez reCAPTCHA i obowiązują na niej polityka prywatności oraz warunki korzystania z usługi firmy Google. Dodając komentarz, akceptujesz regulamin oraz Politykę Prywatności.

Podaj powód zgłoszenia

L
LOL

A odpowiedź do 3.5?

O
Ola

W 6.3 chyba jest błąd.. Powinna chyba być odpowiedź D, ponieważ tytuł to dziecko jako tyran, wiec jak można dać inny tytuł jako przestraszone dziecko?

m
marta

kiedy beda odpowiedzi?

Dodaj ogłoszenie

Wykryliśmy, że nadal blokujesz reklamy...

To dzięki reklamom możemy dostarczyć dla Ciebie wartościowe informacje. Jeśli cenisz naszą pracę, prosimy, odblokuj reklamy na naszej stronie.

Dziękujemy za Twoje wsparcie!

Jasne, chcę odblokować
Przycisk nie działa ?
1.
W prawym górnym rogu przegladarki znajdź i kliknij ikonkę AdBlock. Z otwartego menu wybierz opcję "Wstrzymaj blokowanie na stronach w tej domenie".
krok 1
2.
Pojawi się okienko AdBlock. Przesuń suwak maksymalnie w prawą stronę, a nastepnie kliknij "Wyklucz".
krok 2
3.
Gotowe! Zielona ikonka informuje, że reklamy na stronie zostały odblokowane.
krok 3